Hello, it looks like you are visiting from United States Language US - EN Go to United States (English) site

Come viene eseguito un esame della vista

Forse non hai mai fatto un esame della vista. Bene, c'è una prima volta per tutto. O forse l'hai fatto molte volte. Ma hai mai pensato a cosa servono tutti gli strumenti e quegli occhiali divertenti? Ecco una guida per te..

 

Gli strumenti che ottici e optometristi usano per fare il check visivo hanno molti nomi strani. Lenti refrattive, autorefrattometri, tonometri, forotteri, lampade a fessura, aberrometri, retinoscopi. Tutti hanno uno scopo e non è detto che debbano essere tutti necessari.

 

Si consiglia vivamente di controllare la vista dei bambini una volta all'anno. Ciò consentirà di scoprire eventuali problemi visivi in ​​una fase precoce.

 

Per gli anziani, si consiglia di fare un esame oculistico su base annuale per identificare malattie come la degenerazione maculare, controllare la pressione oculare e verificare la cataratta.

 

Esiste davvero solo un periodo della vita (in genere tra i 20 ei 40 anni) in cui i controlli visivi possono essere eseguiti ogni due anni circa (a meno che non vi siano condizioni note e / o raccomandazioni per effettuare controlli più regolarmente).

 

Quindi, come vengono controllati i tuoi occhi? Questo è un semplice elenco di test che potrebbero essere eseguiti. Nota che l’ordine può variare, ma i passaggi principali sono praticamente gli stessi:

 

 

1. Salute, lavoro e stile di vita
Ti saranno poste domande sulla tua salute, come la pressione sanguigna, malattie conosciute, storia familiare, ecc. Alcune di queste condizioni possono influenzare la vista sia a breve che a lungo termine. Anche il tuo lavoro e stile di vita possono condizionare la vista. Ogni domanda viene posta per cercare la soluzione migliore.

 

2. Ti verrà chiesto se hai degli occhiali. Portali. Qual è la tua esperienza?

 

3. Il passo successivo potrebbe essere l'autorefrattometro, che richiede di appoggiare la testa contro una fascetta e guardare in uno strumento che mostra luce o un'immagine. Lo strumento determina la gradazione della lente necessaria per mettere a fuoco la luce sulla retina nella parte posteriore dell'occhio e fornisce una prescrizione accurata, sebbene debba essere perfezionata.

 

4. Invece di un autorefrattometro, è possibile utilizzare un retinoscopio che è uno strumento portatile con cui misurare il tuo difetto visivo. Viene messo davanti ai tuoi occhi e verifica quali lenti rendono l'immagine più nitida. Le lenti vengono messe a punto fino a trovare la prescrizione corrette. Questo determina il tuo livello di ipermetropia, miopia e astigmatismo.

 

5. Successivamente si esegue il test di acuità visiva, un test standard in cui si leggono le lettere da una distanza di 5-6 m. Questo viene fatto con la precedente prescrizione, per stabilire da dove iniziare ad aumentare la gradazione delle lenti.

 

6. A questo punto il tuo Ottico-Optometrista potrà regolare la prescrizione. Questo è il momento in cui ti chiederà se vedi "meglio con questa lente o quella lente" e, in base alle tue risposte, la prescrizione sarà accuratamente adattata a quella ideale; in parole semplici, sarà quella che ti fornirà la migliore acuità visiva con la migliore sensazione di comfort.

 

7. Ora potrebbe essere il momento del test di tonometria. Uno sbuffo d'aria viene soffiato nell'occhio aperto. La macchina calcola la pressione oculare in base alla resistenza degli occhi al soffio. È un test senza contatto e completamente indolore. La pressione interna dell'occhio è un buon indicatore di un possibile glaucoma.

 

8. L'esame con lampada a fessura mostrerà se ci sono danni alle strutture dei tuoi occhi. Appoggia la testa su una fascetta e con un microscopio saranno controllate le parti anteriori dell'occhio, l'iride, la cornea, le palpebre, ecc. Utilizzando una lente portatile, è possibile controllare la parte posteriore dell'occhio con lo stesso strumento, per verificare lo stato della retina e il nervo ottico.

 

9. Potrebbe anche essere eseguito un test del campo visivo, per verificare se ci sono punti ciechi nella visione periferica (laterale).

 

Gli occhi sono parti piuttosto complicate, ecco perché servono tutti questi test. Ma ogni passaggio ha un obiettivo preciso e per offrirti la migliore soluzione visiva contatta il tuo Centro Ottico e fai il check almeno ogni due anni, ogni anno se hai superato i 50 anni. Qualsiasi cambiamento verrà rilevato e, se necessario, sarai indirizzato a un oculista. Sicuramente Il benessere visivo vale il tempo e il denaro investiti.